Cenacolo Michettiano, Francavilla al Mare

Per iniziativa di Francesco Paolo Michetti,  agli inizi del 1880, sorse a Francavilla al Mare un sodalizio artistico e culturale dei giovani abruzzesi di maggior spicco. Costoro si riunivano presso un ex convento francescano, che il Michetti acquisì dall’Amministrazione comunale, come luogo di incontro per scambi di opinione o per trovarvi  ispirazione e per produrre opere. Il Cenacolo michettiano, come fu chiamata la confraternita, era infatti più che un circolo culturale e cementò amicizie che durarono tutta la vita. Il giovanissimo Gabriele D’Annunzio, all’epoca ancora liceale, saldò  col padrone di casa Michetti oltre che una fraterna amicizia anche un tentativo di simbiosi delle rispettive forme d’arte.

Vi fecero parte altresì, i musicisti Francesco Paolo Tosti e Paolo De Cecco, gli scultori Costantino Barbella e Nicola D’Antino, gli scrittori Edoardo Scarfoglio e sua moglie Matilde Serao, il poliedrico Basilio Cascella, l’etologo De Nino e tanti altri.

Il Cenacolo esercitò una attrattiva anche fuori regione; diventò un polo di interesse e creò legami con le maggiori personalità della cultura nazionale dell’epoca.

Questo post è stato pubblicato in Arte, Chieti, Collina, Eventi e taggato , , , , , , , . Aggiungi il segnalibro.

Lascia un commento