Nicola da Guardiagrele

Nicola da Guardiagrele, altrimenti noto come Nicola Gallucci, nacque a Guardiagrele nel 1385 dove morì intorno al 1459. Fu orafo raffinatissimo, fra i più noti agli inizi del quattrocento, ma si cimentò anche nell’arte dell’incisione, della scultura, della miniatura e della pittura. Agli inizi le sue opere si rifacevano allo stile gotico, con gli ostensori di Francavilla al Mare (San Franco) e di Atessa (Cattedrale di San Leucio) e con la croce di Santa Maria Maggiore a Lanciano ma, quando nel 1431 gli fu commissionato  il paliotto della cattedrale di San Berardo a Teramo, rivolse la sua attenzione allo stile fiorentino, che segnò tutta la sua produzione successiva.

Oltre alle opere  già citate, in Abruzzo si possono ammirare anche le croci di Roccaspinalveti (S. Michele), Lanciano (Sant’Agostino), Guardiagrele (Museo del Duomo), Monticchio (San Nicola), Mutignano (Sant’Ilario), il calice di Valignani a Chieti nella cattedrale di San Giustino e le sue sculture in pietra della Maiella nel museo del duomo a Guardiagrele e nella cattedrale di Teramo.

Questo post è stato pubblicato in Chieti, Persone e taggato , , , , . Aggiungi il segnalibro.

Lascia un commento