Provincia di L’Aquila

La Provincia di L’Aquila, con i suoi 108 comuni, è la più estesa ma meno densamente popolata d’Abruzzo. Confina con la provincia di Teramo a nord, con le provincie di Pescara e Chieti a est, a sudest con il Molise e a ovest con il Lazio. È composta da tre subregioni con rispettive capitali: valle dell’Aterno (L’Aquila), Valle Peligna (Sulmona), Marsica (Avezzano).

La provincia di L’Aquila è quasi interamente montuosa, senza sbocchi sul mare Adriatico. Si estende dai Monti Simbruini ai Monti della Meta, comprendendo i Monti della Laga, parte dei massicci del Gran Sasso e della Majella, i monti Ernici, Cantara e Marsicani. I fiumi principali della provincia sono l’Aterno, il Sangro, il Tirino e il Sagittario. I laghi artificiali sono quelli di Barrea (Sangro), Campotosto (Rio Fucino), Capo d’Acqua (Tirino) e il Lago di San Domenico (Sagittario). I laghi naturali sono il lago di Scanno e il piccolo lago Sinizzo.

Nella provincia di L’Aquila si trovano tre parchi nazionali: il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e il Parco Nazionale della Maiella, oltre alle Riserve Naturali: Gole del Sagittario, Lago di San Domenico, Zompo lo Schioppo, Lago di Campotosto, Monte Genzana, Monte Salviano, Grotte di Pietrasecca e il Parco Naturale Regionale Sirente-Velino, con le suggestive grotte di Stiffe.

La Provincia di L’Aquila è nota per la sua valenza storico-architettonica. Conta 13 borghi più belli d’Italia: Anversa degli Abruzzi, Bugnara, Castel del Monte, Introdacqua, Navelli, Pacentro, Pescocostanzo, Pettorano sul Gizio, Opi, Santo Stefano di Sessanio, Scanno, Tagliacozzo e Villalago. Tra i borghi meritevoli di menzione per le loro bellezze storico-paesaggistiche ci sono anche Calascio, Capestrano, Caporciano, Fontecchio; cittadine come Sulmona, Castel di Sangro e Celano. Produzioni tipiche dell’aquilano sono i confetti (Sulmona), lo zafferano (Navelli) e le lenticchie di Santo Stefano di Sessanio.

Riti secolari come la Perdonanza Celestiniana a L’Aquila, la Madonna che scappa a Sulmona e la festa dei serpari a Cocullo attirano turisti da tutta Italia e dal resto del mondo.

Questo post è stato pubblicato in L'Aquila, Provincia e taggato , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il segnalibro.

Lascia un commento