Palazzo dei Duchi D’Acquaviva, Atri

Il Palazzo dei Duchi D’Acquaviva si trova ad Atri in Piazza Duchi D’Acquaviva. Venne fatto edificare nel 1395 dal Conte Antonio Acquaviva su edifici di età romana. È stato dimora della famiglia ducale fino al 1760, sede del Municipio di Atri dal 1917. Giulio Antonio Acquaviva si distinse nella battaglia di Otranto del 1480 contro i turchi, guadagnando alla famiglia Acquaviva l’appellativo prestigioso “d’Aragona”.

La facciata del palazzo è in massicce pietre di travertino, da cui si eleva la torre. Nel 1707 venne saccheggiato dagli austriaci di Carlo III che ne distrussero gli affreschi e trafugarono le preziose tele di Tiziano e del Veronese. Nel cortile interno, teatro di numerose manifestazioni estive, spiccano il pozzo, che comunica con una preesistente cisterna romana e le ex scuderie, e il busto di Beato Rodolfo D’Acquaviva d’Aragona (Atri, 1550 – Coculin, 1583), gesuita e martire in India, che era solito pregare nella vicina cappella di San Liberatore. Sul retro del palazzo si trova uno splendido giardino.

Oggi il Palazzo dei Duchi D’Acquaviva ospita il Municipio di Atri, la facoltà di Management dello Sport e delle imprese sportive (sede distaccata dell’Università di Teramo) e la sede della Riserva Naturale dei Calanchi di Atri.

Questo post è stato pubblicato in Castelli, fortezze e torri, Collina, Teramo e taggato , , , . Aggiungi il segnalibro.

Lascia un commento