Fiume Sangro

Il Sangro è il secondo fiume d’Abruzzo, lungo 122 km.

Nonostante l’intenso sfruttamento a scopi irrigui, industriali e per la produzione di energia idroelettrica, il corso d’acqua appare ancora in buono stato dal punto di vista ecologico. Nasce dal Monte Morrone del Diavolo nel Parco Nazionale d’Abruzzo, nel territorio comunale di Pescasseroli. Attraversa Opi e Villetta Barrea, Villa Scontrone e Castel di Sangro. A Villetta Barrea forma il Lago di Barrea. Dopo un tratto in Molise, il corso del fiume rientra in Abruzzo in provincia di Chieti, nella cosiddetta Val di Sangro. A Bomba è interrotto da una diga imponente per la produzione di energia idroelettrica, creando il Lago di Bomba. Nei comuni di Casoli, Sant’Eusanio del Sangro e Altino riceve le acque del fiume Aventino. Alla confluenza dei due fiumi si trova l’Oasi WWF del Lago di Serranella.

La foce del Sangro, una delle poche allo stato naturale in Abruzzo, si trova a Torino di Sangro Marina, nel comune di Torino di Sangro.

Questo post è stato pubblicato in Chieti, Fiumi e laghi, L'Aquila e taggato , , , , , . Aggiungi il segnalibro.

Lascia un commento