Punta di Ferruccio, Ortona

La Punta di Ferruccio è un promontorio roccioso che segue al Lido Riccio in direzione sud nel comune di Ortona. La spiaggia ghiaiosa si stende tra due cime di rocce di tufo che si tuffano nel mare, pescoso e ricco di vita, dal caratteristico colore verde smeraldo proprio dell’Adriatico, cantato dal poeta pescarese D’Annunzio “verde come i pascoli dei monti”, sullo sfondo azzurro del cielo e blu delle acque più profonde. Non a caso D’Annunzio aveva eletto la costa ortonese come luogo di ispirazione.

Nelle giornate terse con mare calmo, la trasparenza dell’acqua è incantevole. In essa si trovano numerose specie ittiche (saraghi, orate, cefali, triglie, seppie, polpi, molluschi e ricci di mare, di cui è severamente vietata la pesca). Il fondale sabbioso è visibile per circa cinquanta metri dalla costa dall’alto della collina, su cui crescono pini e ginestre mediterranee, che sovrasta il golfetto tra la Punta di Ferruccio e la Punta dei Ripari di Giobbe, nota per il camping omonimo. I lati del golfo sono stati assegnati ad associazioni naturiste locali che si incaricano volontariamente della pulizia del luogo, purtroppo trascurata dal comune di Ortona, dalla provincia di Chieti e dalle Ferrovie dello Stato che hanno tutte diritto alla gestione dell’area demaniale, ma apparentemente nessun dovere nella incerta assegnazione delle competenze, tanto che uno degli angoli più belli d’Abruzzo versa spesso in uno stato di abbandono in attesa che il vecchio tracciato ferroviario venga rivalutato nelle numerose proposte di sviluppo turistico.

La spazzatura, trasportata dalle mareggiate o lasciata da fruitori incivili del posto, rovina troppo spesso l’incanto della collina e del mare abruzzesi accostati dalla Natura in un quadro così pittoresco. A quanti intendessero ricercare questo luogo e goderne delle meraviglie, l’esortazione a mantenerlo pulito dotandosi di buste di plastica da non abbandonare sulla spiaggia, ma da riempire dei propri rifiuti e, possibilmente, di quelli degli altri.

La giornata di mare può terminare in una visita alla città storica di Ortona, con il suo castello sul mare e la basilica in cui giacciono le reliquie di San Tommaso Apostolo.

Questo post è stato pubblicato in Chieti, Mare e taggato , , , , , , , , , , , . Aggiungi il segnalibro.

Lascia un commento