Ortona

Ortona è una città di circa 24.000 abitanti in Provincia di Chieti. È situata in cima a una collina della costa Adriatica, circa 22 km a sud di Pescara. Nel 2011, Ortona ha ricevuto la “Bandiera Blu” per le ottime condizioni del mare e delle spiagge.

Ortona fu probabilmente fondata dalle tribù Frentane, che vivevano nelle zone costiere tra Vasto, Ortona e Lanciano prima di Roma, o da pirati provenienti della costa Balcanica. La città Romana fu costruita sull’antica città Italica. Dopo la caduta dell’Impero Romano, i Longobardi conquistarono Ortona, che divenne parte della contea di Chieti nel 803, sotto i Franchi. In seguito alla conquista normanna, nel 1075, Ortona fu annessa al Regno di Napoli. Nel 1258 le reliquie dell’Apostolo Tommaso furono portate a Ortona. Il 30 giugno 1447, è noto che Ortona fu invasa dall’esercito Veneziano che distrusse il porto, i magazzini e l’arsenale navale, ma non fu in grado di penetrare la cinta muraria. Il Castello Aragonese fu costruito in quegli anni per proteggere la città da eventuali attacchi veneziani. A causa delle tensioni con Venezia, Ortona preferì imbastire relazioni e commerci con la città dalmata di Ragusa. Nel 1582, Margherita d’Austria, figlia di Carlo V, acquistò Ortona. Dopo alcune sommosse nei primi decenni del 1800 contro il governo borbonico, Ortona divenne città del Regno d’Italia nel 1860, sebbene persistessero in quello che era stato il Regno delle Due Sicilie diffuse resistenze al governo piemontese, definite da quest’ultimo atti di “brigantismo”. Dopo l’Armistizio e la caduta del Fascismo, la città si trasformò in un campo di battaglia. Nella notte tra il 9 e il 10 settembre 1943, la famiglia reale italiana, dopo aver trascorso la notte nel Castello Ducale di Crecchio, lasciò l’Italia, occupata dai Nazisti, da Ortona, dirigendosi verso la già liberata Brindisi. Ortona era attraversata dalla linea Gustav che tagliava l’Italia in due da occidente (Cassino) a oriente (Ortona). La cittadina Adriatica bombardata e cannoneggiata così severamente che solo pochi edifici scamparono alla distruzione che indusse il Primo Ministro Inglese, Sir Winston Churchill, a chiamare Ortona “piccola Stalingrado”. Solo nel dicembre 1943, la città fu liberata dagli Alleati che superarono la linea Gustav sul fronte tirrenico. Ortona fu insignita della Medaglia d’Onore.

Questo post è stato pubblicato in Chieti, Mare e taggato , , . Aggiungi il segnalibro.

Lascia un commento