Città di L’Aquila

L’Aquila è il capoluogo della Provincia di L’Aquila è della Regione Abruzzo. È sede con Pescara del Consiglio e della Giunta Regionale. La sua popolazione è di circa 73.000 abitanti. Si trova a 721 m di altitudine ed è una delle città più alte e fredde d’Italia, con forti escursioni termiche tra estate e inverno, giorno e notte. Sorge su un colle che domina la valle dell’Aterno e spazia sul massiccio del Gran Sasso. Con un’estensione di 467 km2, alcune sue frazioni si collocano oltre i 2000 m di altitudine e rientrano nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

L’area in cui oggi sorge la città era posta al confine del territorio di due popoli italici, Vestini e Sabini, che abitavano la valle del fiume Aterno. Dopo la conquista romana nel III secolo a.C., nei pressi di L’Aquila fu fondata Amiternum, di cui ancor oggi si ammirano le rovine, in cui nacque lo storico romano Sallustio. Solo nel 1229 i 99 castelli sparsi sulla valle dell’Aterno decidono di unirsi e fondare una nuova città: L’Aquila, come simboleggiato dalla fontana delle 99 cannelle. Dominata dei secoli da Normanni, Angioini, Aragonesi e Borbone, L’Aquila è una città di indubbia valenza storica, testimoniata dai suoi numerosi monumenti, tra cui spiccano la basilica di Santa Maria di Collemaggio, il forte spagnolo, la basilica di San Bernardino, la chiesa di Santa Maria del Suffragio e la chiesa delle Anime Sante (entrambe in Piazza Duomo), le pittoresche piazze e fontane. I parchi cittadini (Parco del Castello, Parco del Vera), i teatri (Teatro Stabile dell’Aquila, Teatro Stabile d’Innovazione l’Uovo), i musei (Museo Nazionale d’Abruzzo, Museo di Scienze Naturali e Umane, Casa Museo “Signorini-Corsi”, Museo Archeologico di Santa Maria dei Raccomandati), l’Università di L’Aquila e la squadra di rugby (L’Aquila Rugby 1936) sono altri elementi di prestigio.

Purtroppo il terremoto del 6 aprile 2009 ha arrecato lutto e lesionato gravemente l’intera città. Per rispetto alle 308 vittime e ai numerosi feriti del sisma, questo blog ha deciso di non pubblicare foto che motrano rovine, sperando di rivedere presto la città di L’Aquila tornare al suo splendore.

Questo post è stato pubblicato in L'Aquila e taggato , . Aggiungi il segnalibro.

Lascia un commento