Città di Chieti

Chieti è il capoluogo della Provincia di Chieti. La città conta circa 55.000 abitanti, divisi tra Chieti Alta e Chieti Scalo, la parte più moderna e industrializzata. Il nome Chieti deriva dal greco e dal latino Teate. La parte alta e storica si trova su un colle a 330 metri sul livello del mare. Domina a nord la valle del fiume Pescara, a sud quella dell’Alento.

La fondazione di Chieti è avvolta nella leggenda. Sarebbe stato il mitico Achille, che compare nello stemma cittadino, a fondarla in onore della madre Teti. Fu capitale dei bellicosi Marrucini, divenuti alleati di Roma nel 304 a.C., e divenne municipio romano nel 91 a.C. Distrutta da Visigoti ed Eruli con il crollo dell’Impero Romano, risorse sotto il dominio longobardo. Ebbe un ruolo di preminenza sotto i Normanni prima, gli Angioini e gli Aragonesi poi. Si oppose strenuamente alla dominazione francese nell’800, mentre ebbe un ruolo culturalmente attivo nel risorgimento. Durante il secondo conflitto mondiale, l’arcivescovo di Chieti-Vasto Monsignor Giuseppe Venturi la fece dichiarare città aperta in difesa della popolazione civile e del patrimonio storico-architettonico. I principali monumenti di Chieti sono: la Cattedrale di San Giustino (1069), la chiesa di San Francesco al Corso (1239), la Torre Arcivescovile (XV secolo), la Civitella (circa I secolo d.C.), il teatro e le terme romani (II secolo d. C.) e i tempietti romani (III secolo d.C.). Corso Marrucino è la strada che attraversa il centro storico da Piazza San Giustino.

Chieti è conosciuta per il campus dell’Università D’Annunzio, i suoi musei (Il Museo Archeologico della Civitella e il Museo Archeologico Nazionale Villa Frigerj) e numerosi eventi culturali. È collegata con Pescara e la costa, da cui dista 15 km, con autobus e treni e il raccordo autostradale Chieti-Pescara, con Roma e le maggiori città con autobus, treni e le autostrada A14 e A25.

Questo post è stato pubblicato in Chieti e taggato . Aggiungi il segnalibro.

Lascia un commento