Anversa degli Abruzzi

Anversa degli Abruzzi, nella provincia di L’Aquila, è tra i borghi più belli d’Italia. Si trova a 660 m sul livello del mare e domina la Valle del Sagittario, sulla strada per Cocullo, Villalago e Scanno. Il paese è stato reso celebre dal poeta Gabriele D’Annunzio che vi ha ambientato “La fiaccola sotto il moggio”.

Nel territorio del comune si trovano la bellissima Riserva Naturale Guidata delle Gole del Sagittario e l’antichissima necropoli Peligna. I ruderi del castello normanno sovrastano il paese, in cui spiccano le antiche chiese di San Marcello del XI secolo, Santa Maria delle Grazie del XVI secolo. Di altri luoghi di culto, purtroppo, restano solo rovine.

Dal 2002, solo con prenotazione, è possibile percorrere i luoghi della tragedia dannunziana grazie all’istituzione del Parco Letterario D’Annunzio.

Ad Anversa degli Abruzzi si producevano pregiate maioliche dal XV secolo fino al secondo dopoguerra, quando la captazione del fiume Cavuto per generare energia elettrica pose fine alle lavorazioni artigianali e inizio al progressivo spopolamento del borgo, palese testimonianza di come lo sfruttamento umano del territorio finisca per danneggiare l’uomo.
Proposta di alloggio: http://www.bbefedra.it/

Questo post è stato pubblicato in Borghi e città d'arte, L'Aquila, Montagna e taggato , , , , , . Aggiungi il segnalibro.

Lascia un commento